Autore: Tesjak

Un clown che ha delle opinioni. Un clown che le esprime. Vizi antipatici in un mondo spudorato, conformista. Dal capolavoro di Böll, scrittore scomodo e caustico, ciò che non è letteratura né sociologia. E neppure una sorta di caduta libera, quando il filo si spezza e un pagliaccio normalmente ritorna in sé. Piuttosto uno sberleffo serio. Se proprio bisogna partecipare alla recita, facciamolo con dignità. “C’è chi si mette degli occhiali da sole / per avere più carisma e sintomatico mistero…” e chi in scena esegue precisamente i gesti necessari – quelli che nessun copione può prevedere o ordinare… Abbiamo ancora un sogno da sognare?

Perdinci, che notizia! Nella mia terra d’adozione, la Calabria, partono le transumanze* culturali ed è già un clamor d’epinici. Cultura, lavoro, fili rossi e filiere blu, reti territoriali, identità. Valorizzazione e promozione umana. Le costeLEGGI TUTTO →

to be looked at from

Datemi una leva e solleverò il mondo! Datemi una matita e punirò per voi quegli idioti perdigiorno che vanno in giro sulle loro auto a far casino, con i loro impianti stereo da migliaia di euroLEGGI TUTTO →

marshall mcluhan

  Prologo (ripescando grumi di conoscenze sociologiche).“La Galassia Gutenberg” di Marshall McLuhan rimane a tutt’oggi uno dei testi fondamentali sulle caratteristiche, le modalità ed il ruolo della tecnologia nella comunicazione di massa. Il testo delloLEGGI TUTTO →